giovedì 7 febbraio 2008

Amore/odio


Amo gli orizzonti vasti del paesaggio siciliano, che con una sola occhiata puoi andare dal mare al vulcano innevato, amo il cielo blu intenso, le notti buio profondo in cui ti sembra che le stelle ti piovano addosso. Amo il profumo di mare quando parcheggio la macchina al porto, e il profumo della terra che ha il sentore caldo della cannella, della liquirizia e di biscotto. Nella mia città emiliana, mi mancavano molto questi profumi, e la nostalgia della Sicilia, da bambina, era per me prima di tutto nostalgia olfattiva.
Amo la presenza dei fiori tutto l’anno, gli alberi che non perdono le foglie in autunno, il profumo del seducente gelsomino che diventa più intenso di notte, i pettirossi e le ghiandaie che visitano il mio giardino golosi di fichi d’india. Amo i colori di Siracusa, il turchese del mare e il sabbia dei palazzi barocchi e del Castello Maniace di Ortigia.
Odio…le cartacce al bordo delle strade, che ti costringono a tenere lo sguardo a un metro da terra per non turbare la bellezza della campagna. Odio i sorpassi azzardati con il telefonino in mano, la guida anarchica e prepotente, quando si arriva alle rotonde e pare che l’unico modo per decidere a chi tocca passare sia un gioco di sguardi. Odio le spiagge coperte da un tappeto di bottiglie di plastica, pannolini, ciabatte spaiate. Le case costruite sulla scogliera, con gettate di cemento che arrivano al mare, e impediscono di raggiungere le spiagge, privilegio di pochi. Mi dibatto tra bellezza e squallore di quest’isola incantata, e cresce in me questo sentimento di amore/odio.

3 commenti:

Anonimo ha detto...

che bello quello che hai scritto! ho provato anch'io queste sensazioni contrastanti quando sono statala la 1, la 2 e la terza volta. alla quarta già non ci badavo più. lo dicono tutti: in sicilia, al sud funziona così: si rivessano i rifiuti a terra e si assaporano i cannoli sicialini da una terrazza sul mare meraviglioso. Per noi del nord è difficile abituarsi. Forse tutto perfetto sarebbe noioso. chissà. un bacio Li

vale ha detto...

come ti capisco! vivo qui da due anni e non smetto ancora di stupirmi di questi contrasti, a volte molto irritanti!
Mi resta sempre molto difficile capire perchè chi vive qui da sempre non rispetta questo posto pieno di meraviglie! Non chiedo molto, solo un pò di civiltà!..rispetto per la natura e per gli altri!
Alla guida poi, sono dei veri e propri teppisti!..e dire che questo è anche un posto dove tutti sono (o per lo meno si dicono) profondamente cattolici, dunque il rispetto dovrebbe farla da padrone!..bha!
comunque, per fortuna questa terra offre talmente tante meravilgie naturali e artistiche, che (se si cerca di non badare al contorno)da sole rendono tutta l'isola a dir poco meravigliosa e affascinante!
ti mando un abbraccio e..buona permanenza!

Anonimo ha detto...

ciao,
sono appena tornata per il terzo anno di seguito dalla sicilia.. conosco molto bene le zone da te riportate.. ah dimenticavo.. ho letto intensamente solo ora il tuo blog , sei una grande! hai descritto esattamente tutto..nel bene e nel male..
Ho letto il tuo blog perchè sono combattuta se trasferirmi definitivamente in sicilia,proprio a siracusa tra l'altro.. per due anni ho avuto una bellissima esperienza, questa estate sono tornata con un nodo nello stomaco, purtroppo mi sono resa conto.. che il fatto che io sia di Milano mi rende a priori una emarginata.. non accettata da tanti siciliani solo per la città di provenienza.. questa secondo me è un altra delle contraddizioni.. così solari e socievoli.. e poi.. forse non del tutto..sono ancora molto combattuta.. per tutte le cose che hai scritto tu, nel bene e nel male...ma anche dal tuo blog non ho capito , in conclusione, se ti fermeresti in sicilia per una vita..